sabato 15 giugno 2013

Aprire gli occhi

L'euforia  rappresenta il preludio alla disperazione. Almeno per me accade così.

Oramai mi conosco bene e capisco ogni segnale della mia psiche, la solita altalena per capirci.

Non voglio scrivere un post triste, che poi i migliori post sono quelli scritti mentre piango.... Sono una drammaturga. Ora non sono triste, per fortuna.

Ieri sera si. Tantissimo. C'ho dormito sopra.

Zio Paolo mi aveva detto che dopo la morte di zia si è reso conto di quanti segnali arrivino dall'esterno a farci capire che non siamo soli. La disperazione potrebbe farci affondare ma basta aprire gli occhi per cogliere i segni. Quante mamme speciali vedono i propri figli nelle farfalle, nelle forme delle nuvole... Mi sono svegliata con una canzone alla radio di Nino Buonocore, mia grande passione a 14 anni (eh...lo so...sorvoliamo), una delle canzoni meno note (va bhe probabilmente non lo conosce nessuno ma vi assicuro che ci sono canzoni che magari avete sentito).

Il ritornello faceva "se io fossi in te. Mi lascerei alle spalle i giorni che fanno male, se io fossi in te lo farei davvero...". Mi sono svegliata con il sorriso.

Poi un'altra canzone importante per me... Infine, in terrazzo la margherita che mi aveva regalato papà ha aperto i fiori della seconda fioritura e il ciclamino regalato da Giulio per Alby ha messo tutte foglie nuove...


Insomma se vogliamo, se siamo ben disposti, abbiamo segnali ovunque che ci parlano, che ci aiutano.

Io ne faccio tesoro. Oggi si sposano Emy e Stefano, due dei miei più cari amici. Oggi è anche un mese dalla morte di papà.

Oggi per l'ennesima volta mi alzo e colgo i segni, e mi apro alla vita.

Certo, con quel vestito rosa.... Vedremo.



11 commenti:

  1. Sarai una splendida Silvia. En rose.

    RispondiElimina
  2. A volte capita di guardare senza vedere quello che abbiamo davanti ai nostri occhi. Il mondo che ci circonda è un connubio di bellezza ed armonia. E i segni, come in un idillio, comunicano sempre.
    Il ciclamino con le foglie nuove a giugno dice tutto. Solitamente in questo periodo va a riposo vegetativo... si vede che aveva qualcosa da dire. :)
    Un abbraccio cara Silvia!

    RispondiElimina
  3. Sarai splendida come traspare da dentro

    RispondiElimina
  4. Sarai sicuramente stata bellissima...come lo specchio di quello che sei!

    RispondiElimina
  5. Nell'altalena di emozioni che mi si smuovono dentro e che forse sono pure un po' indotte dal Clomid ho imparato anche io a riconoscere l'euforia che precede la disperazione e l'angoscia che precede il buonumore. Un giorno sono certa ritroveremo l'equilibrio.
    E sai, la cosa dei segni credo sia vera, mio marito che ha perso suo papà ne parla spesso.

    Un abbraccio Silvia

    RispondiElimina
  6. Amica
    me la fai vedere una foto della Silvia in rosa?
    C'è così tanta voglia e bisogno di leggerezza...
    Sono contenta di sapere che il matrimonio è stato divertente.

    RispondiElimina
  7. Silvia, ti copio la risposta al commento che hai fatto da me e ti abbraccio forte:

    "Anche io oggi penso che forse Dio non mi ha dato un figlio per potermi permettere di prendermi questo peso tutto insieme, peso che non avrei potuto reggere con un figlio in vita.
    Poi mi pento per questi pensieri.
    Mi sento un'ingrata a fare queste riflessioni.
    Perchè la vita mi ha dato tanto.
    Mi ha tolto i figli, questa sì è la cosa più dolorosa che io abbia dovuto vivere, ma questi figli mi hanno anche ridato tanto con la loro non-vita.
    Arriveranno altri addii, quelle partenze che abitano i miei sogni da quando sono bambina. Questo della mamma di Fabio è il primo. Vivo la famiglia come un albero, e ora a questo albero manca un ramo. Ma sono anche convinta che la mia storia non è quella di essere una vittima, ma una protagonista.
    E voglio che lo sia anche tu.

    ti stringo le mani.
    tutte e due le mani."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già sai quello che voglio dirti. Un bacio

      Elimina
  8. un abbraccio tesoro bello.. è tanto che non scrivo ma questo non significa che non ti ho pensata.. sei sempre nel mio cuore!

    RispondiElimina

E quindi? che ne pensi?