venerdì 14 ottobre 2016

Giorno dopo giorno...

Quella qui sotto sono io. Capello mezzo sistemato, unghie dipinte, pantalone nuovo, di quelli che "preferibilmente" vanno con il risvoltino, ma dato che mi sento imbecille non lo faccio, e così si vede il calzettone nero a pallini bianchi che ho sotto.

Scucchia, occhio triste. Naso importante. 

Io, che faccio finta di dire cose sensate.

Mi sono smontata da sola, non infierite ancora.

Sabato siamo andati a Castel San Pietro, per la premiazione del concorso. Quando ho preso in mano il libro ho sentito il peso di quelle parole, l'ho sentito perfettamente. Avevo le lacrime agli occhi... non riesco nemmeno a leggerlo, nemmeno una pagina... ma va bene lo stesso. Ora sarà mezzo e strumento per altri, per chi ne avrà bisogno. Il suo scopo con me l'ha già assolto, ha già fatto il suo lavoro. Ora è tempo che queste parole pesanti vengano in qualche modo liberate, per alleviare e sorreggere altri.

Ho ascoltato storie dolorose, storie che mi hanno commosso e mi sono entrate dentro. Altre, avevano la spocchia di chi si sente scrittore e capace di scrivere drammi non vissuti, poesie scritte con il cuore, poesie bellissime.

Un'arpa ha accompagnato la mattinata. 
Bello, bellissimo. Un sentirsi in famiglia... famiglia che tra le altre cose era con me quasi al completo.

Il mio, nostro, libro.
Abbiamo davvero chiuso un cerchio. Parlo al plurale perché lì dentro ci sono tante persone, tutti quelli che mi hanno accompagnato, sostenuto, incoraggiato, tutti lì... nelle lacrime che cadevano quando scrivevo i post più dolorosi, nella gioia di quando è spuntato l'arcobaleno.

Dire grazie ad ognuno è difficile, ognuno sa cosa, e quanto, ha fatto.

Un capitolo della mia vita chiuso. Ma che porto nel cuore e che per sempre sarà parte di me.
Forse anche di qualcuno di voi.

Domani è il 15 ottobre, baby loss.

Alle 19 accendete una candela, fatelo con un sorriso, perché l'amore tutto può, e la morte si supera sempre con la vita.
Il libro lo troverete cu CiaoLapo al più presto (se lo comprate lì la cifra va tutta a loro) se lo ordinate lo mandano anche nelle librerie, ma mi hanno detto che ancora non lo hanno messo in distribuzione.

GRAZIE di cuore a tutti.





5 commenti:

  1. Sai che in minima parte l'ho vissuta anch'io con te... e l'ho dovuta rielaborare anch'io... quando possibile acquisterò il libro. Intanto condivido con te l'idea che l'amore può tutto e la morte si supera solo con la vita e con l'amore. Un bacione e complimenti! Sei diventata una vip! :-D

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. sei stata bravissima. e non solo alla premiazione, ma anche in tutto il resto...che è ora pubblicato nero su bianco.

    p.s. io, ma dev'essere una cosa mia, ho avuto moti di fastidio a sentir parlare gli autori delle storie "immaginate".

    RispondiElimina
  4. La morte si supera con la vita...belle parole, grande verità.
    Bravissima. Parlare del proprio dolore non è mai facile, scriverne in un libro nemmeno.

    RispondiElimina
  5. Grazie per il,coraggio che hai avuto a raccontarti.

    RispondiElimina

E quindi? che ne pensi?