venerdì 31 gennaio 2014

Gente -- Atto secondo

I miei livelli di intolleranza hanno rotto gli argini. Mi domando se ciò non sia dovuto al fatto che forse dallo psicologo ci sarei dovuta andare... perché da qualche parte il malessere  deve uscire, la mente deve necessariamente sbrigliare la matassa dei pensieri e se non la sbrigli bene... ti ritrovi a dover gestire l'ansia in qualche modo. Magari a controllarla con "riti ossessivi compulsivi".

Sono seria, davvero.

Ok, ho la mania dei capelli puliti. Mi faccio la doccia tutti i giorni e mi lavo i capelli tutti i giorni, da quando avevo 12 anni. Per cui sono 22 (quasi 23) anni.
Il che fa effetto. No, non ho i capelli rovinati, non è vera la storia che se te li lavi tutti i giorni si rovinano... chi lo dice è perché vuole placare i sensi di colpa nei confronti del proprio cuoio capelluto che secerne sebo.

Se per caso non posso lavarmi i capelli un giorno divento isterica. Il periodo più lungo è stato quello del ricovero in ospedale... stavo male per tanti motivi, certo, e i capelli erano un problema secondario.

Mi fanno schifo. Mi fa schifo la testa "zozza", inorridisco di fronte al pensiero che il cuscino possa "odorare di testa zozza" e magari lasciare l'alone giallo. Sto per vomitare.

In piscina ci sono tante (troppe) persone che non si lavano i capelli benché se li siano bagnati con l'acqua della vasca...ok, in molti si lavano una volta tornati a casa... ok magari gli fa schifo la doccia della piscina. Ma come puoi rimetterti i vestiti, asciugarti i capelli pieni di cloro e piscio (perché nessuno crede alla storia che se fai la pipì in piscina arriva l'alone rosso a evidenziarlo...e io sono certa che la gente ci faccia la pipì...soprattutto i ragazzini), e sorridendo andare a casa? Io preferirei rotolarmi nel fango piuttosto che dover fare una cosa del genere.

Questa è la mia ossessione numero 1. Da qualche tempo però inizio ad averne un'altra...e la cosa mi sta facendo preoccupare. Provo riluttanza a toccare le mani di sconosciuti (per esempio a dare la pace in chiesa), o a toccare i soldi. Come torno a casa sento il bisogno di lavarmi le mani... evidentemente sto male.

Avevo provato la stessa sensazione quando stavo preparando la tesi, il tizio che mi seguiva era un essere nauseabondo con gli occhi cisposi e la fiatella  e provavo schifo a stargli accanto quando dovevamo lavorare insieme...lo avevo soprannominato "il tasso".  Poi una volta uscita dall'università avevo ripreso a vivere serenamente... ed ora ancora una volta questo senso di malessere... sarà l'ansia? sarà lo stress?

Sto tenendo a bada la mia voglia di comprare quel gel iginizzante per le mani. Ma se mi vedrete estrarlo fuori dalla borsa vorrà dire che avrò perso la mia battaglia contro l'omino del cervello che, impazzendo, sta dando il meglio di sé.

La domanda che mi pongo è: dovevo andare dallo psicologo davvero? O sono deficiente per natura?

Non lo so, ma intanto accarezzarmi i capelli puliti mi fa stare meglio... :-P




25 commenti:

  1. Tutti abbiamo le nostre fisse, che poi non sono necessariamente riti ossessivi.
    Ad ogni risciacquo della lavatrice metto un profumo per panni al muschio, e guai a dimenticarlo. Adoro sentire i panni puliti profumati e mi piace stirarli dentro quella nuvoletta di profumo che si crea.
    E' un'ossessione? non so, ma mi piace.

    E' anche normale che nei periodi di stress, di sconforto, uno si aggrappi alle cose che lo fanno stare meglio. Non penso ci voglia uno psicologo per questo. Da lui potresti andare se hai voglia di raccontarti, di parlare di come ti senti incontro per incontro e di come ti sei sentita. Se vorrai potrai parlare dei tuoi "riti". Ma a questo punto dovremmo andarci un pò tutti. Nessuno esente!
    Un bacione cara Silvia, è sempre bello leggerti!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sento meno sola nella mia pazzia!! Grazie Elisa!! :-)

      Elimina
  2. Questa storia del profumo dei panni mi interessa. Ma esistono davvero questi profumi? Li voglio!
    Io nn lavo i capelli tutti i gg, sono ahimè piuttosto pigra, ma faccio la doccia tutti i gg, anche due volte al giorno se le attività che ho fatto lo richiedono. Per me potrei buttare il bidet e il lavandino, se nn fosse che quest'ultimo mi serve per lavarmi i denti in effetti! Anche io ho passato tanti gg in ospedale senza potermi docciare ed è stata una sofferenza aggiunta alle altre: anche se ho la febbre alta, mi lavo e mi sembra che il dolore passi. Mi sento in ordine.
    L'amuchina la puoi usare, anzi dovresti. Sarebbe proprio opportuno averne una bottiglietta in borsa (io a casa ho il flacone grande)...però la prox volta che ti incontrerò la mano c'è la potremo stringere lo stesso? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu non sei una persona sconosciuta!! ;-) infatti ti abbraccio direttamente!!

      Elimina
    2. Si', esistono.
      Quello che uso io è al muschio bianco ed è di questa marca: Nuncas Profuma biancheria liquido.

      Elimina
  3. Non diventare schiava di nulla Silvia
    Un abbraccio lindo e pinto :)

    RispondiElimina
  4. Ho una figlia meravigliosa, un lavoro SICURO, che di questi tempi si sa quanto vale, una vita in progress sempre più in positivo dopo un matrimonio finito...eppure detesto le persone sporche, che puzzano e non si lavano, e glielo dico pure, perchè è una cosa più forte di me...ordino i vestiti per colore nell'armadio, ho tutti i golf nei loro bei sacchettini di nylon, nessuno può avvicinarsi al mio armadio o alle mie scarpe e quando piego le magliette ci metto una vita perchè non devono avere nemmeno mezza piega....la mia scrivania a lavoro sembra messa a posto con il righello, tutto deve essere in un certo modo, simmetrico anche, e la sera non vado mai via senza prima aver disinfettato il piano di lavoro e i telefoni che uso....tutto questo per dirti che non è il dolore che hai dentro a farti compiere certi gesti, che non sei strana tu...ognuno, anche una persona abbastanza soddisfatta della vita come me, può avere le proprie piccole manie, le proprie piccole ossessioni...mia mamma mi ha raccontato che già quando avevo tre anni non dormivo se le pantofole non erano perfettamente allineate come dicevo io....pensa te....cerca solo di superare il dolore che ti porti dentro, ma no per gli altri o per apparire "normale"...ma perchè te lo meriti....e Albe non vorrebbe mai vedere la sua mamma stare male...pensaci. Un abbraccio forte forte. Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meno male che siete in tante ad avere delle fisse tipo la mia... tendo a giustificare tutto...sarà che ho anche Pedro che continua a strapparsi il pelo per stress... e quindi pensavo di essere malata. O lo siamo in tante, o sono semplici "abitudini", grazie!! Il dolore sta lasciando spazio ad altro...grazie Chiara!

      Elimina
    2. E' quello l'importante...che il tuo dolore si trasformi in altro...per te, per tuo marito e per Alby, che sono sicura non ti lascia mai....ti ammiro, perchò tu a volte ti "accusi" di essere strana, o troppo intransigente, o intollerante, o di non riuscire a far capire quello che hai dentro agli altri, che magari, conoscendo com'è la gente, ti romperanno anche le balle per sapere "quando ci riprovate", come se Alby fosse un giocattolo da sostituire....non mi sbaglio vero?....Ecco, dicevo, io ti ammiro, perchè cavolo tu hai perso un figlio, un figlio di cui hai sentito il cuore e i piedini muoversi....cosa pretendi da te???....Quante sarebbero qui oggi come te???...Io no te lo assicuro, perchè non avrei retto a quel dolore, non avrei saputo rialzarmi come hai fatto tu...tu sei da ammirare e da prendere da esempio, tu sei una gran donna, altro che Silvia maledetta, tu stai trasformando le lacrime in altro. Io non potrei riuscirci mai. Sei speciale, sei forte...e sei pure molto bella, si vede dalla foto. Coraggio, che per me sei solo da stimare. Davvero e nel profondo.

      Elimina
    3. Io credo che la forza ognuno ce l'abbia innata. Non sai di averla fino a quando tuo malgrado ti arriva, per evitare di morire. Credimi, l'istinto di sopravvivenza è reale e arriva quando hai toccato davvero il fondo. E questa cosa ce l'hanno tutti, ne sono convinta. La gente dice tante cose...tante cazzate...tante cose corrette, anche. Ma oramai me le faccio scivolare addosso, i miei fantasmi e le mie paure le gestisco senza confrontarmi con il mondo. Io non sono da ammirare, mi lusinghi quando mi definisci in questo modo... sono solo una che ha sentito l'istinto di sopravvivenza, e che non vuole piangersi addosso... però come vedi da qualche parte sto peccando perché tutte queste manie psicotiche...bho. Sicuramente sono una persona diversa... ma non sono coraggiosa, sono viva. Grazie ancora per le tue parole!

      Elimina
  5. Se sei deficiente tu allora lo sono pure io e leggere di qualcun'altra che ha delle manie ossessive mi fa stare meglio e te lo dice una che dalla psicologa ci sta andanda :P
    Ho frequentato la piscina per pochissimo tempo proprio perché odiavo fare la doccia negli spogliatoi, inosmma ho preferito cambiare sport, pensa un pò come sono messa.
    Ti abbraccio Silvia
    Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miky sono la Chiara che ha scritto sopra....io invece n piscina ci vado regolarmente due volte a settimana ma la doccia la faccio, rigorosamente con le ciabattine di gomma, e quando arrivo a casa finisce tutto in lavatrice....diciamo che ho manie selettive...se uno non usa il deodorante per me è già una persona da evitare...pensa te...io cerco di dominare le mie manie, che sono anche altre rispetto a quelle scritte sopra, ma ho imparato a conviverci e a "nascondere" quelle che mi farebbero apparire come una povera pazza...mi dico sempre che rendermene conto vale già tanto....nessuno può mai definirsi "normale"....ricordiamocelo sempre...

      Elimina
  6. non mi espongo sulle fisse ma ti invito a venire a casa mia per un giorno, tipo grande fratello. Ne usciresti sollevata, bonificata e sicuramente anche un poco spaventata. Sul dubbio dello psicologo ecc ecc.. se persiste consiglierei alla Brezsny ciuffo argentato un atto psicomagico e pure un poco psicotico...quando ti senti che qualcosa deve essere sbrigliato (maddai ma che dici! ne hai forse motivo???) allora prova a sbrigliare anche solo una piccola abitudine..fai una cosa che non fai mai. A me funziona, quando lo faccio. :)

    RispondiElimina
  7. Io, se non ho l'amuchina in tasca non esco di casa. E se esco senza, perché non me ne sono accorta, non mi sento tranquilla. L'ho fatta fuori a litri. Non ti so dire il piacere, quando l'ho usata su una barca in Cambogia. E poi, cosa vuoi che succeda a una grande come te? Sarai una grande con le mani pulite...

    pots of love

    RispondiElimina
  8. io sono sempre a favore dello psicologo, perchè per quanto mi riguarda (e lo dico più da utente che da psi) è veramente MOLTO diverso parlare con gli amici o con il partner o con se stessi e invece farlo con qualcuno che è specializzato nell'aiutarti a sbrogliare le tue questioni e a sistemare meglio il puzzle della vita.
    Chiaro, serve lo psic giusto con cui ti trovi bene, ma secondo me anche solo provare...fa bene.
    p.s. e non sei pazza, certe compulsioni sono strettamente legate allo stress :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece sono ancora molto restìa...magari un giorno ci andrò, chissà... ma tu non puoi analizzarmi un pochino? Eppure oramai mi conosci!! Siete tante psicologhe a leggermi...che ne pensate di me?

      Elimina
    2. Io penso che tu sia molto forte, solo che a volte la tua stessa forza ti frega facendti pensare che devi esserlo ancora di più, il che non è vero.
      un bacio grande

      Elimina
  9. Quando un sintomo vien fuori e lo si riconosce c'è un motivo. Il sintomo ci chiama, se vuoi ascoltarlo per capirlo un po', io ti consiglio qualche chiacchieratina da uno psicologo. Ovviamente te lo dico perchè sono psicologa, quindi sono molto di parte, ma vedo che nell'icipit del post ti sei posta la domanda anche tu...quindi, forse potresti provare, che dici? ;-) Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so..una parte di me è molto frenata e scettica...e finché predominerà questa parte...lo trovo inutile, allo stesso tempo ci penso e credo di avere diverse cose da 'sistemare" per cui forse mi aiuterebbe...eterno dilemma

      Elimina
  10. Io mi lavo i capelli un giorno si e uno no...quindi non ci vedo nulla di male nel lavarli ogni giorno.
    Anche a me da fastidio dare la mano alle persone, salutare dandosi la mano...perchè???
    Al lavoro maneggio soldi tutto il giorno e mi lavo le mani un sacco di volte...
    Forse sono da psicologo anch'io???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aver letto di molte che sono come me...bhe mi ha sollevato molto, sai? :-)

      Elimina
  11. Tutti i giorni non ce la faccio per mancanza di tempo, ma almeno un giorno si e uno no mi lavo i capelli e le mani sporche le odio, lavarsene spesso e' solo il metodo per rendere noi e l'ambiente più igienici e sani,chiaramente con un limite, ma se lo stai superando lo sai solo tu.

    RispondiElimina

E quindi? che ne pensi?